RALLY THE GLOBE FA IL CONTO ALLA ROVESCIA PER IL DEBUTTO DELLA CARRERA IBERIA

- Il nuovo ambizioso club è pronto per la prima delle sue avventure di guida
- L'ingresso a pieno regime si prepara a nove giorni di epica automobilistica
- Un cocktail appetitoso di strade di campagna deserte, circuiti di gara e hotel storici 
- Un campo suggestivo che spazia dalle Bentley d'epoca alle Jaguar e alle Aston Martin d'epoca.
- Gli eventi di follow-up si stanno riempiendo rapidamente mentre Rally the Globe diventa maggiorenne 

È iniziato il conto alla rovescia per il primo dei nuovi ed entusiasmanti eventi di guida epica a livello mondiale di Rally the Globe: l'attesissima Carrera Iberia del mese prossimo (7-17 ottobre), che ha registrato il tutto esaurito.

Lanciato alla fine dello scorso anno, Rally the Globe è un nuovo club senza scopo di lucro fondato da alcuni concorrenti abituali di rally storici per offrire loro, e al crescente numero di proprietari di auto d'epoca e classiche che la pensano allo stesso modo, avventure automobilistiche memorabili in tutto il mondo. La Carrera Iberia del mese prossimo è il primo di questi ricercati eventi.

Il magico viaggio di dieci giorni condurrà i partecipanti in un viaggio esilarante dallo storico porto di Santander, nel nord della Spagna, a Vilamoura, sulla costa meridionale del Portogallo: un passaggio epico di 3.470 km ricco di attrazioni eccezionali e di sezioni competitive per intrattenere i più vivaci.

L'itinerario, accuratamente pianificato, prevede nove giorni di guida memorabile su strade asfaltate deserte e lontane dai sentieri battuti, che portano i partecipanti attraverso vigneti come la Rioja e la Valle del Douro, cittadine pittoresche, dolci colline, canyon drammatici, tortuose salite e suggestive cittadelle medievali, il tutto intervallato da soste per la notte in parador, pousadas e hotel a cinque stelle nelle regioni vinicole.

Per arricchire ulteriormente l'esperienza, l'itinerario giornaliero prevede sempre diverse prove di regolarità che richiedono affiatamento e lavoro di squadra da parte di pilota e navigatore mentre, per chi desidera scatenare le proprie auto, sono previste visite ad alcuni dei principali circuiti di gara della regione: Navarra, Braga, Portimao ed Estoril, dove Ayrton Senna vinse il suo primo Gran Premio.

"Sono davvero entusiasta del percorso che abbiamo ideato per il nostro primo evento", ha confermato Fred Gallagher, il direttore di Rally the Globe, di grande esperienza e stimato a livello internazionale. "Tutti coloro che hanno percorso queste strade durante i nostri preparativi hanno sottolineato quanto siano prive di traffico. Sono anche entusiasti della grande varietà di strade che vanno dai tortuosi passi di montagna alle vaste pianure del Paese di Don Chisciotte".

A differenza di alcuni dei Rally the Globe in stile endurance che si svolgeranno in futuro, la sua collezione di eventi Carrera si svolgerà su strade asfaltate e lisce, incoraggiando i partecipanti a partecipare con auto che non si vedono spesso in questo tipo di gare.

"Sono lieto di vedere E-Type, Aston Martin DB5 e MGA nell'elenco dei partenti, un dettaglio significativo quasi quanto il fatto che abbiamo ottenuto un'iscrizione completa per il primo evento di Rally the Globe", ha esaltato Gallagher, che si rallegra anche del fatto che un terzo dei partecipanti sia nella categoria d'epoca precedente al 1948. In effetti, l'elenco comprende non meno di otto Bentley d'epoca, in un anno in cui la famosa Flying B celebra il suo centenario.

Tra i "Bentley Boys" ci sono Graham e Marina Goodwin, recenti vincitori della maratona Pechino-Parigi. Graham è anche uno dei membri fondatori - e presidente - di Rally the Globe.

Da quando la nuova impresa è stata lanciata lo scorso novembre, Gallagher e Goodwin hanno messo insieme un team impressionante, che comprende molti dei più eminenti specialisti del settore, per garantire livelli impareggiabili di professionalità, esperienza, visione e viaggio.

Ora, a meno di un anno dal suo concepimento, Rally the Globe diventa maggiorenne quando il suo Carrera Iberia inaugurale prenderà il via tra poche settimane. Seguirà un programma completo di rally di resistenza e avventura per i prossimi quattro anni, molti dei quali sono già in fase avanzata di preparazione.

Il prossimo appuntamento è il "Southern Cross Safari" in Africa orientale a febbraio 2020, seguito rapidamente dal Celtic Challenge nelle isole britanniche il prossimo aprile e poi dal definitivo "Round the World" diviso in tre sezioni individuali tra maggio 2020 e giugno 2021. Sono ancora disponibili alcuni posti in questi eventi per coloro che vogliono approfittare dell'ispirazione, della visione e dell'esperienza di Rally the Globe.

2019 CARRERA IBERIA: ISCRIZIONI

1. Gavin Henderson (GBR)/Diana Henderson (GBR)) 1922 Bentley 3-4 1⁄2
2. Bertie Van Houtte (FRA)/Charlotte Van Houtte (GBR) 1925 Bentley 3-4 1⁄2
3. Keith Ashworth (GBR)/Norah Ashworth (GBR) 1927 Bentley 4 1⁄2 Le Mans
4. Graham Goodwin (GBR)/Marina Goodwin (GBR) 1927 Bentley Speed 3-4 1/2
5. Clint Smith (GBR)/Dawn Smith (GBR) 1929 Bentley Speed Six
6. Anthony Strelzow (CAN)/Lee-Ann Strelzow (CAN) 1936 Bentley Derby Drophead Coupe
7. Paul Hartfield (GBR)/Matthew Hartfield (GBR)1936 Packard Super 8 Berlina
8. Andrew Long (GBR)/Gina Long (GBR) 1937 Bentley Derby VDP
9. Jim Gately (USA)/Tony Brooks (GBR) 1947 Kurtis Comet
10. Anton Gonnissen (BEL)/Inge Willemen (BEL) 1948 Bentley Speed 8
11. Len Treeter (CAN)/Christof Ley (GER) 1958 Mercedes-Benz Ponton 220S
12. Mike Harrison (GBR)/Lorna Harrison (GBR) 1959 Triumph TR3A
13. Charles Stuart-Menteth (GBR)/Nicola Stuart-Menteth (GBR) 1962 MGA MK2
14. David Roberts (GBR)/Jo Roberts (GBR) 1963 Triumph TR4
15. Sholto Gilbertson (GBR)/Caspar Killick (GBR) 1964 Jaguar E-Type
16. Alan Beardshaw (GBR)/Tina Beardshaw (GBR) 1965 Aston Martin DB5
17. Manuel Dubs (SWI)/Irene Dubs (SWI) 1965 Ford Mustang V8 Convertibile
18. Stephen Hardwick (GBR)/Samantha Hardwick (GBR) 1965 Ford Falcon
19. Roy Stephenson (GBR)/Rachel Stephenson (GBR) 1965 Ford Mustang
20. Jeremy Clayton (GBR)/Jenny Clayton (GBR) 1966 Ford Mustang
21. Mick de Haas (NLD)/Grace de Haas (NLD) 1966 Mercedes-Benz 280SL
22. Roland Singer (AUT)/Bernhard Ziegler (AUT) 1966 Saab 96 V4
23. Neil Oatley (GBR)/Peta Oatley (GBR) 1967 Lancia Fulvia 1.3S Rallye
24. Isabelle Mathew (GBR)/Denise Seely (GBR) 1967 Mercedes-Benz 280SL
25. Rogier Quekel (NLD)/Marjan te Velde (NLD) 1970 Mercedes-Benz 280SE
26. Clemens Lansing (GER)/Emilia Lansing (GER) 1971 Porsche 911 Targa
27. Otakar Chládek (CZE)/Jindřiška Žemličková (CZE) 1971 Mercedes-Benz 350SL
28. Anthony Verloop (NLD)/Sonja Verloop (NLD) 1973 MGB GT V8
29. Wilfried Schaefer (GER)/Sandra Schaefer (GER) 1973 Porsche 911S
30. David Danglard (USA)/Susan Danglard (USA)) Porsche 911 del 1973
31. Andrew Laing (GBR)/Ian Milne (GBR) 1974 Datsun 240Z

IL SIPARIO DI CARRERA IBERIA RICEVE RECENSIONI ENTUSIASTICHE A CINQUE STELLE
UNA VERA E PROPRIA SCOPERTA DELLA REMOTA AMERICA DEL NORD - RECCE PER IL GIRO DEL MONDO PARTE SECONDA
errore: Il contenuto è protetto!